top of page
  • roncagliaenrico58

LA PRIMA EDIZIONE


La prima edizione di "Rivelazioni private" si intitolava "Appunti sul discernimento delle rivelazioni private", libretto stampato a cura della Tipografia Gamba di Verdello (BG) nel 2020. Qualcuno se lo ricorderà.

Fu la mia prima pubblicazione come autore. Credo proprio che se non fosse intervenuta un’urgenza pastorale, non avrei mai messo mano alla pubblicazione di un libro.

Dal luglio 2018, mi trovai a svolgere il mio ministero in un ambiente che si rivelava di giorno in giorno sempre più saturo di visionari, sognatori, e profeti. Nella mia vita sacerdotale non avevo mai visto una concentrazione simile.

I criteri, poi, per distinguere i veri dai falsi mistici, erano del tutto arbitrari. Nessuno si preoccupava di colmare questa lacuna pastorale, suggerendo criteri oggettivi dettati dalla teologia spirituale, e indicando un cammino di discernimento.

Senza una grazia speciale, che solo i veri mistici possiedono, la persona comune che si occupa esclusivamente di cose straordinarie, finisce per “migrare” in una realtà virtuale, andando inevitabilmente incontro a problemi di ordine psichico e relazionale. I problemi psicologici sono dovuti ad una visione distorta di sé, degli altri e persino di Dio. I problemi relazionali vengono di conseguenza e consistono nel compromettere la stabilità dei legami famigliari e affettivi. Il rischio è la formazione di personalità alienate, particolarmente fragili e soggette alle manipolazioni di opportunisti senza scrupolo. Il danno è maggiore quando queste persone vengono isolate dal contesto in cui vivono. Sarà sufficiente somministrare loro, a intervalli regolari, il cibo quotidiano del sensazionale, e illuderle di essere importanti, un po’ come si fa con gli animali da addomesticare. Alla fine, si abitueranno anche a tenere il guinzaglio.

Che fare, allora? Pensai ad un libretto a carattere divulgativo e facilmente leggibile che fornisse criteri sicuri per orientarsi nella miriade di sollecitazioni mistiche. Il popolo di Dio doveva essere educato a non basare la propria fede esclusivamente sul sensazionale, che alimenta il circolo vizioso della curiosità e dell’ansia, ed è pascolo per i mistificatori. Era necessario aprire lo sguardo su orizzonti più vasti e sicuri, quelli della Sapienza divina rivelata da Nostro Signore nella Bibbia, nella Tradizione e nel Magistero.

Così, cominciai a raccogliere i ricordi di tutti i fenomeni mistici (o presunti tali) che avevo incontrato dall’inizio del mio sacerdozio fino al 2019. Erano veramente tanti, e tutti in attesa di una riflessione più profonda.

Ringrazio il Signore per avere permesso che incontrassi numerosi casi di questo genere nella mia vita, sui quali ho potuto “studiare” direttamente. Tutto quello che ho scritto, dunque, trae spunto esclusivamente da esperienze personali ed è finalizzato a offrire criteri di discernimento oggettivi, fondati sulla ragione e sulla teologia spirituale.

Proprio questo taglio razionale non venne apprezzato da alcuni, che lo ritennero una minaccia per la vita spirituale, e non solo. Al contrario, il mistico autentico non ha nulla da temere da una verifica razionale, che anzi potrebbe solamente confermarlo. La verità non teme la luce, la desidera. La menzogna, invece, fugge la luce.

Quanti avrebbero letto il libro? Quanti dopo averlo letto ne avrebbero tratto beneficio? Queste le domande che mi ponevo prima di prendere la decisione. Scrivere, tuttavia, era l’unica cosa che potessi fare in quel momento per soccorrere le anime.

Quindi affidai l’impresa al Signore e all’intercessione di Maria Santissima.


"...Ecco, dice il Signore, io vengo contro quelli che profetizzano sogni falsi, che li raccontano e traviano il mio popolo con le loro menzogne e con la loro temerarietà, sebbene io non li abbia mandati e non abbia dato alcun ordine, ed essi non possano recare alcun giovamento a questo popolo, dice il Signore..." (Geremia 23,30-32)

217 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

ALLARME SETTE

Comments


bottom of page